BERGAMO ALTA VESTE CASUAL CON LA FIRMA DI BARTOLINI

Stima emozionale:  O Gourmarte O Gourmarte 

Aprile 2016

Marco Locatelli e Cristopher Carraro rispettivamente maitre e cuoco del Casual ristorante in citta alta firmato da Enrico BartoliniL’ipotesi che avevamo segnalato nello scorso autunno, e cioè che Enrico Bartolini, cuoco tra i più quotati in Italia già bistellato al Devero Hotel di Cavenago Brianza, approdasse a Bergamo, si è materializzata nello scorso mese di marzo. Casual, ristorante in città alta, ha infatti aperto i battenti dopo un lavoro di restyling degli interni che ora appaiono molto diversi rispetto alla precedente versione di quello che a tutti gli effetti può essere considerato il locale di città alta che dispone della logistica più favorevole (è raggiungibile in auto da vari accessi e dispone pure di un parcheggio privato molto capiente). Un’autentica rivoluzione firmata negli accessori più appariscenti da una ben nota azienda bergamasca di lampade ed affini, la Catellani & Smith. Le novità si notano già all’ingresso, ora dedicato esclusivamente al ristorante mentre l’albergo, una volta ultimata la ristrutturazione della dozzina di camere disponibili, vivrà in autonomia di una gestione propria (Bartolini ha per ora deciso di concentrarsi unicamente sulla ristorazione). Un tavolo per gli amici sulla sinistra ed ecco invece le due sale che ospitano su tavoli molto distanziati una cinquantina di coperti, all’occorrenza raddoppiabili in caso di banchetti ed eventi. All’esterno nulla sembra cambiato ma a breve, quando la natura farà il suo corso, il bersò ricoperto dalla vite canadese verrà collaudato per il servizio all’aperto ed eventualmente modificato secondo necessità. Notevoli le modifiche anche all’anima operativa, la cucina, ora dotata di tutte le attrezzature e la logistica per poter lavorare in sintonia con il verbo gastronomico di Enrico Bartolini.

 

PIU’ ETICA E MENO ESTETICA NELLA CUCINA DEL POMIROEU

E per la primavera Giancarlo Morelli annuncia l’apertura della Trattoria Trombetta a Milano

Stima emozionale : 

Gennaio 2016

Ha sempre avuto una visione lungimirante del mestiere di cuoco e di ristoratore, Giancarlo Morelli. Originario di Verdello, classe ’59, dopo essersi diplomato all’Alberghiera di San Pellegrino s’è fatto le ossa oltre che nei grandi alberghi dalle brigate rigorosamente organizzate anche dai sommi di Francia, da Troigros, Vergé, Loiseau. Esperienze che si riveleranno utilissime, fondamentali nel proseguo di una carriera che ha iniziato a materializzarsi in proprio sotto l’insegna dell’Osteria del Pomiroeu di Seregno. Lì, nel centro storico della cittadina brianzola, ha potuto dimostrare in oltre un ventennio di attività - l’apertura risale al 1993 – tutte le sue qualità, di bergamasco tenace e gran lavoratore, arricchite e completate da una visione a 360 gradi del mondo della ristorazione. Un cuoco curioso, capace ed anche accorto imprenditore, teorico e concreto al tempo stesso, caratteristiche che raramente si ritrovano nella categoria. Due anime testimoniate anche dai principali riconoscimenti ottenuti: la stella Michelin e l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica. 

UN ANNO VISSUTO CON BUON GUSTO AL CARROPONTE

Stima emozionale: dischetto
Novembre2015

Oscar Mazzoleni team

Dopo averne visti tanti, e con più frequenza negli ultimi anni, di locali sorti sotto il segno di certe premesse gastronomiche cambiare repentinamente rotta quando non addirittura gestione, ci siamo posti una regola. Se non in casi particolari come possono essere lo spostamento di sede di insegne e di cuochi-patron collaudati e di lunga esperienza, per esprimere un parere circostanziato meglio aspettare un po’ di tempo, diciamo lasciar spegnere la prima candelina.

UN CAFFE’ DA GOURMET

Stima emozionale: dischetto
Novembre 2015

Corrado Pennati

Dopo aver gestito per anni la salumeria-gastronomia di famiglia in quel di Capriate San Gervasio, nel bergamasco, Corrado Pennati nel 2006 si è spostato nel centro di Agrate, a cinque minuti dall’uscita del casello autostradale sulla A4. Non più negozio da asporto ma locale con servizio al banco ed al tavolo, aperto dalle 5 di mattina fino agli aperitivi serali (e pure oltre, alla bisogna). Tanti sono i plus del Caffè Macò da rendere difficile descriverne la vocazione.

RINASCIMENTO GASTRONOMICO AL CASTELLO MALVEZZI

Stima emozionale: dischetto
Novembre2015

Aberto Riboldi Castello Malvezzi

Si sale sul Colle San Giuseppe sopra Mompiano, periferia nord-est della città di Brescia, per raggiungere il Castello Malvezzi, magione nobiliare risalente al XVI° secolo trasformata in splendida location per banchetti e ricevimenti dall’indimenticato Dario Dattoli. Dopo la sua scomparsa le gestioni si sono per così dire di puntate sull’invidiabile bellezza ed attrattiva del luogo. Da poco di più di un anno la musica è cambiata grazie ad Alberto Riboldi, il cuoco che rischiando di suo ha scommesso sulla rinascita (gastronomica s’intende) di un luogo d’elezione.

ORGANIZZAZIONE

ORGANIZZAZIONE PROMOBERG LOGO
Via Lunga c/o Fiera di Bergamo
24125 Bergamo
Tel. + 39 035 3230911
Multimedia



Tel. +39 02.28040587
multimedia@multimediamilano.it

MAIN SPONSOR & PARTNERS

credito bergamasco logo new ubi banca

Logo REG LOMBARDIA oriz  comune bg pantone

partners bergamo fiera nuovapartners ascom
partners cameradicommercio

  • BANNER 1
  • BANNER 2
  • BANNER 3
  • BANNER 4
  • franciacorta
    consorzio vini valtellina marchio
    static1.squarespace

Continuando la navigazione, si accetta l'uso dei cookies che ci consente di fornire un servizio ottimale e contenuti personalizzati