17 334 BANNER GOURMARTE 990x60px 1

UN SARACENO CONQUISTA TAIWAN

Roberto Proto con il tema di cucina aTaiwanTrasferta orientale per Roberto Proto, cuoco e patron del Saraceno di Cavernago, ristorante con cucina prettamente di pesce da tre anni insignito della stella Michelin. Nella seconda metà dello scorso novembre, chiamato da uno dei più importanti imprenditori locali nel settore delle costruzioni e delle gestioni immobiliari, ha portato il suo stile di cucina a Taiwan, all’interno dell’Eagle Restaurant ospitato all’interno dell’omonimo grattacielo residenzial-commerciale. “E’ la prima volta che lascio il mio ristorante per una trasferta così lunga ed impegnativa – dice Proto – ma ho colto l’opportunità per mettere alla prova me stesso ed al contempo il team di cucina che è rimasto a Cavernago per una settimana ed oltre senza la mia presenza. Ebbene devo dire che su entrambi i fronti ho ricevuto risposte positive: cucinare all’atro capo del mondo, avvolti in un’atmosfera ed in una cultura gastronomica assai diversa è stato affascinante, e molto istruttivo; d’altro canto mi ha riempito di soddisfazione anche constatare che in mia assenza il Saraceno ha lavorato senza ripercussioni.

LA FRANCIACORTINA GUIDO BERLUCCHI PREMITA PER IL TRENTENNALE DEL GAMBERO ROSSO

 

image002

 

Franco Ziliani Paolo Ziliani Paolo CucciaGrande festa al Cavalieri Hilton di Roma per i 30 anni del Gambero Rosso. Durante la cena di gala il giornalista Andrea Vianello, insieme a Paolo Cuccia, presidente Gambero Rosso Spa, ha chiamato sul palco i vincitori dei Premi del Trentennale. Trentasei eccellenze, suddivise in dodici categorie e selezionate con il supporto di alcuni tra i più noti giornalisti enogastronomici. 

Per la categoria Vino, insieme a Jermann e Incisa della Rocchetta (Sassicaia), è stato premiato Franco Ziliani, presidente della Guido Berlucchi di Borgonato. Il “padre del Franciacorta” – fu proprio lui a creare nel 1961 il primo metodo classico del territorio - è salito sul palco con il terzogenito Paolo, vice presidente dell’azienda bresciana. 

Il Consorzio del Lugana da quest'anno è nuovo partner di Gourmarte!

Tutti i visitatori che si delizieranno dei meravigliosi piatti del grande ristorante di GourmArte, dove ogni giorno nelle cucine a vista allestite in partnership con Electrolux, ben 8 tra i migliori cuochi del panorama nazionale tra i quali ricordiamo, a solo titolo esemplificativo, Bartolini, Cerea, Fusari, Leveillé, Camanini, Spigaroli e tantissimi altri ancora, potranno gustare un calice del vino che nasce da splendide uve che trovano attorno al Lago di Garda la loro naturale collocazione. La cantina del ristorante di GourmArte, da quest'anno dopo Franciacorta e Valtellina si impreziosisce di un'altra perla enologica. Il Lugana! Di seguito la presentazione di questo affascinante vino bianco a cura del Consorzio:

static1.squarespace

 

Schermata 2016 11 18 alle 14.18.43 Il Consorzio per la Tutela del Lugana  si prefigge come obiettivi  di preservare e garantire la preziosa unicità del Lugana e, allo stesso tempo, di promuoverne, diffonderne e valorizzarne la conoscenza sia in territorio nazionale che oltre confine. Il Consorzio nasce nel 1990 con atto notarile che ne stabilisce gli incarichi di vigilanza, difesa e promozione della viticoltura e del vino a denominazione controllata. Il territorio del basso Garda, con la sua particolarità climatica e geologica costituisce uno degli elementi essenziali del successo del Lugana. L’area di produzione infatti è contenuta: abbraccia le zone di Desenzano, Lonato del Garda, Peschiera del Garda, Pozzolengo e Sirmione. Lugana è la prima DOC  riconosciuta in Lombardia e una delle primissime in Italia, a testimoniare l’alto valore storico e culturale di tale realtà. Storicità e for te legame col territorio rendono il Lugana una proposta enologica di forte personalità, assolutamente inconfondibile,
con un patrimonio da salvaguardare e allo stesso tempo, da valorizzare. Il vitigno Turbiana è a bacca bianca, ha un’ala evidente ed è caratterizzato da grappoli medio-grandi, di forma piramidale allungata. Questo vitigno produce acini leggermente allungati, di colore verde-giallo. La rotondità dell’acino della Turbiana è punteggiata da pruinosa, che protegge una polpa decisamente succosa, sciolta, lievemente acidula ma dal sapore neutro. Caratteristica peculiare di quest’uva è la sua spiccata resistenza ai rigori dell’inverno, anche se risulta poi fragile agli attacchi di oidio e botrite. La Turbiana sviluppa al meglio le sue potenzialità se coltivato in terreni abbastanza asciutti, di natura argillosa, silicea e calcarea. Se il disciplinare di produzione prevede la presenza di vitigni complementari a bacca bianca, purché non aromatici, per una quota del 10%, oggi i produttori della zona tendono a vinificare in purezza il Lugana esclusivamente con uve turbiana. Un atto dovuto a un vitigno
che ha dimostrato di avere in questo terroir risorse insperate per una varietà di trebbiano. L’attuale disciplinare di produzione prevede ben cinque tipologie di Lugana : la versione “base” , il Superiore , la Riserva , la Vendemmia Tardiva  e lo Spumante . Il Lugana “base”  è il motore produttivo di tutta la denominazione, il suo mattone fondamentale, l’ago qualitativo della zona: il suo volano produttivo copre quasi il 90% della Doc. Presenta un colore giallo paglierino tenue con riflessi verdognoli; i profumi, delicati, quasi accennati, offrono sensazioni floreali miste a note di mandorla; il gusto è garbato, stilizzato, definito, teso e gustoso. Il Lugana “base” incarna diSchermata 2016 11 18 alle 14.19.51 sé tutta la tradizione e il valore di un territorio che ha visto, nel corso degli anni, una sempre maggiore adesione a un prodotto vinicolo di alta qualità, ormai di grande prestigio con riconoscimenti e consensi diffusi anche all’ estero. Il Lugana “base” è un vino elegante, particolare, che sorprende il palato per la sua freschezza e per il suo carattere inconfondibile. Di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli per la versione “giovane”, tende invece a un giallo più intenso con riflessi dorati a seguito dell’affinamento. All’ olfatto svela un profumo delicato, dove emergono fragranze di fiori bianchi e agrumi. Il palato viene coinvolto da un sapore morbido, fresco, dalla delicata ma forte personalità, che può avere retrogusto di legno. L’interpretazione del singolo degustatore può riconoscere nel bicchiere anche aromi di frutta gialla, citronella e mandorla. Particolarmente indicato per accompagnare piatti a base di pesce, il Lugana è ideale con i risotti tipici del territorio, come quello con la tinca, con la carpa, con le rane, col branzino e con le verdure. Ottimo con crostacei e molluschi è indicato anche per accompagnare piatti freddi di prosciutto crudo e antipasti in genere, tra cui spicca il noto luccio in salsa, suo compagno più amato.
 

Emanuele Spreafico, panificatore di Como e miglior panettiere in Norvegia

Emanuele SpreaficoEmanuele Spreafico, un giovane comasco diplomato in Panificazione e Pasticceria, cresciuto nel panificio di famiglia avviato dal nonno nel 1938 a Gera Lario. Nel 2006, dopo aver preso le redini dell’attività, ha iniziato ad utilizzare farine più grezze, con una produzione a pezzature più grandi e con lievitazioni più lunghe. Il suo desiderio quello di voler ritornare a panificare come un tempo, per un pane più buono e che soprattutto faccia bene. Nel 2011 è entrato a far parte del Richemont club Italia, un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro per la promozione della qualità nel settore della panificazione e della pasticceria, che gli ha permesso di conoscere e confrontarsi con i migliori esperti del settore. Tra il 2013 e il 2015 ha partecipato a diversi concorsi tra cui il “Panino d’Oro” durante il SIGEP, e la “Coupe d’Europe de la boulangerie”, posizionandosi sempre nei primi posti. Esperienze che gli hanno permesso di approfondire diverse tecniche e sperimentare nuovi prodotti.Nel giugno del 2015 giunge alla decisione di cedere la gestione del negozio cessando l’attività del panificio. Lo aspettava a breve un’offerta di lavoro a Oppdall, in Norvegia. La libertà di gestire autonomamente la produzione, e un turno di servizio dalle 6 alle 14 con due giorni liberi a settimana, lo hanno indotto a partire per questa nuova avventura. Un paese in cui il pane di grosse pezzature - circa 750 grammi - è ricco di fibre, semi e cereali misti. 

ORGANIZZAZIONE

ORGANIZZAZIONE PROMOBERG LOGO
Via Lunga c/o Fiera di Bergamo
24125 Bergamo
Tel. + 39 035 3230911


Multimedia



Tel. +39 02.28040587
multimedia@multimediamilano.it

MAIN SPONSOR

 logo new ubi banca

 

Logo REG LOMBARDIA oriz   

 

Schermata 2017 11 09 alle 10.23.12 

 

PARTNERS

Continuando la navigazione, si accetta l'uso dei cookies che ci consente di fornire un servizio ottimale e contenuti personalizzati